Skip to content

Agnolotti del Plin ripieni di carne

agnolotti del plin ripieni di carne
agnolotti del plin ripieni di carne

Lascio un’ultima ricetta sul blog prima della pausa delle feste: gli agnolotti del plin.
Il blog andrà in vacanza per un paio di settimane ma io naturalmente continuerò a cucinare e a provare nuove ricette con la speranza di condividerle presto nei miei tanto amati workshop.

Cerchiamo di goderci questo insolito Natale nel migliore dei modi possibili apprezzando ciò che abbiamo e trovando conforto nei pochi cari con i quali potremo stare e naturalmente anche nella cucina. Apriamo una bollicina, apparecchiamo con cura la tavola, mangiamo bene scegliendo con cura il cibo e ciò che andremo a cucinare. Meglio un panettone in meno ma averne uno sotto l’albero artigianale sfornato con uova e burro vero. Questo è il vero lusso.
Visto che saremo a casa, prendiamoci il tempo di aprire un libro di cucina e di cucinare quella ricetta che avremmo sempre voluto provare a fare ma che, per mancanza di tempo, non siamo mai riusciti a testare.
Regaliamoci del tempo e mi raccomando, rispettiamo le regole per poter finalmente ripartire nel nuovo anno.

Prima di salutarti, ti lascio la ricetta dei miei cappellacci di zucca che è un altro piatto
Un augurio fortissimo a chi leggerà questo post e tutto il mio affetto.
A presto.

Agnolotti del plin ripieni di carne

Ingredienti

  • 4 uova da 63 g l'una
  • 400 g di semola rimacinata
  • 300 g di collo di maiale
  • 300 g di aletta di manzo
  • 100 g di salsiccia
  • 1 coscia di pollo o coniglio
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio d'oliva
  • sale, pepe

Istruzioni

  • Metti la semola rimacinta nella ciotola della planetaria con un pizzico di sale e un filo di olio. Aggiungi le uova e aziona usando il gancio a foglia. Lavora l'impasto per 4-5 minuti. Coprilo con pellicola alimentare e riponilo in frigorifero per una mezzora. Se non hai la planetaria, puoi chiaramente impastare a mano.
  • Nel frattempo taglia l'aletta di manzo e il collo di maiale a pezzotti. Fai lo stesso con sedano, carota e cipolla.
  • Metti sedano, carota e cipolla in una padella con un filo di olio e inizia a rosolarli. Unisci poi la coscia di pollo (o coniglio), la carne a pezzotti (tranne la salsiccia) e la foglia di alloro. Rosola bene la carne su tutti i lati e poi sfuma con il vino bianco.
  • Copri e lascia cuocere dolcemente per un'ora e mezzo fino a quando le carni saranno ben cotte. Trascorso questo tempo recupera la carne e tritatala insieme alla salsiccia. Aggiusta il gusto con sale e pepe. Tieni invece da parte il sughetto rilasciato in cottura e le verdure perché lo potrai usare per condire i plin al posto del brodo.
  • Recupera la pasta dal frigorifero e con l'aiuto di un tirapasta, tirala (nel mio caso fino al numero 6) e ricava delle strisce. Distribuisci delle palline di impasto molto piccole (come una nocciola), le une molto vicine alle altre. Ripiega l'impasto sul ripieno, facendolo aderire. Chiudi gli agnolotti pizzicandoli con il pollice e l'indice. Con una rotella rifila la pasta e poi separa gli agnolotti partendo dal lato ripiegato.
  • Cuocili in abbondante acqua salata. Saltali in una padella con il sugo di cottura delle carni oppure cuocili in un buon brodo bollente e servili con lo stesso.

Condividi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating