Skip to content

Gnocchi di zucca

[printfriendly]
gnocchi i zucca

Gnocchi di zucca, uno tra i miei piatti preferiti.

Sembrano facili ma invece sono un po’ insidiosi. Non perché particolarmente difficili ma per il fatto che si debba usare la zucca giusta per evitare il disastro.
Consiglio sempre di usare una zucca Mantovana o Delica per tutte le preparazioni in cui la zucca sia un ingrediente portante della ricetta, proprio come il caso degli gnocchi o anche dei tortelli.

Una zucca acquosa nella preparazione di questi gnocchi ci porterebbe ad avere un impasto che non sta insieme e al quale continueremmo ad aggiungere farina nella speranza di recuperare. In realtà si andrebbe solo a peggiorare la situazione avendo così degli gnocchi di zucca che in realtà sanno solo di farina e in cottura diventeranno durissimi.

gnocchi di zucca
zucca

Ognuno ha la sua ricetta degli gnocchi di zucca e i suoi trucchetti per non sbagliare.
Oggi condividerò la mia ricetta, quella che spesso mi viene richiesta durante i workshop autunnali e che per me va servita con burro e tanta salvia.
Se seguirai i consigli indicati non sbaglierai e preparerai una ricetta confortevole.

Non ti resta che acquistare la zucca giusta e iniziare a preparare questi gnocchi. Io consiglio sempre di farli in due, è più divertente: uno che fai i rotolini e l’altro che li riga sui rebbi della forchetta.
L’effetto rilassante e distensivo è assicurato.

Se ami gli gnocchi, prova anche questi fatti con le patate dolci.

Buona cucina e alla prossima ricetta.

gnocchi di zucca

Gnocchi di zucca

Preparazione1 h
Cottura5 min
Porzioni: 4 persone

Ingredienti

  • 500 g di patate farinose adatte agli gnocchi
  • 500 g di zucca cotta (mantovana o delica)
  • 250-300 g di farina 00
  • 1 tuorlo
  • semola di grano duro rimacinata per la spianatoia
  • noce moscata
  • sale, pepe
  • burro
  • 1 mazzetto di salvia
  • aceto balsamico
  • parmigiano per servire

Istruzioni

  • Per preparare gli gnocchi due sono gli ingredienti importantissimi verso cui prestare attenzione: le patate devono essere farinose (e quindi non quelle novelle) e la zucca deve essere "asciutta" (quindi mantovana, delica o butternut): no a quelle già tagliate e pronte in vaschetta.
    È importante lessare le patate con la buccia in modo che assorbano meno acqua possibile e trattengano l’amido (che aiuterà gli gnocchi a rimanere "insieme"). 
Immergerle in acqua fredda e cuocerle dal bollore per 40-45 minuti, secondo la dimensione.
 Pelare le patate lessate appena scolate, caldissime, e immediatamente passarle con lo schiacciapatate, facendole cadere sul piano di lavoro (o in una ciotola capiente).
    Un trucco può essere quello di schiacciarle nello schiacciapatate direttamente con la buccia: questa verrà trattenuta dai forellini.
  • Premesso ciò, dopo aver cotto e schiacciato le patate, unire la polpa di zucca precedentemente cotta (al forno a 200°C, a pezzetti, coperta con carta stagnola, per una mezzora) e amalgama velocemente con un cucchiaio. Puoi insaporire l'impasto con un po' di noce moscata e un pizzico di sale.
  • Aggiungi il tuorlo e poi inizia ad unire la farina a pioggia amalgamando a mano a mano per evitare di aggiungerne troppa. Impasta il più rapidamente possibile (e quindi non come se si stesse facendo il pane), cercando di ottenere un composto omogeneo.
    Non fare l’errore di aggiungere troppa farina se l’impasto sembrasse cedevole (e ti assicuro che vi sembrerà bagnato). Più aggiungerai farina e più gli gnocchi diventeranno duri in cottura.
  • Modella l’impasto in rotolini del diametro desiderato su un piano di lavoro ben infarinato con semola e tagliali a tocchetti. È possibile rigare gli gnocchi sui rebbi della forchetta.
  • Lessa gli gnocchi appena fatti in acqua bollente salata e scolali appena verranno a galla.
 Ripassali direttamente nella padella dove avrai precedentemente fatto sciogliere il burro al quale aggiungere delle foglie di salvia (per me, tante).
    Servi gli gnocchi con parmigiano a scaglie e qualche goccia di aceto balsamico.
  • Un trucco per non usare troppo burro come condimento sta nell'allungare quello sciolto nella padella con un paio di cucchiai di acqua di cottura degli gnocchi ottenendo così una cremina perfetta.

Condividi

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating