Skip to content

Brioche con castagne caramellate, rosmarino e speck

[printfriendly]
brioche con castagne, rosmarino e speck
brioche con castagne, rosmarino e speck

Brioche con castagne caramellate, rosmarino e speck.
Nuova settimana e nuovo post. Dopo una pasta con i funghi, una torta al cioccolato e un punch di mele accompagnato a dei fagottini di zucca, altro ingrediente che non può assolutamente mancare in questa carrellata di ricette autunnali sono le castagne.

Ecco quindi la ricetta per sfornare una brioche dolce-salata ottima per accompagnare formaggi e salumi, per una “cena da spizzico” di quelle che piacciono a me.

brioche con castagne, rosmarino e speck

La ricetta per il post di oggi l’ho impastata e fotografata domenica scorsa, una splendida giornata di ottobre.

La luce bassa che entra dalle finestre e avvolge tutto con dolcezza; una lenta colazione con giornali; l’aria ancora piacevole; Federico che preparare il giardino per la stagione fredda proteggendo le piante di agrumi e piantando ancora qualche cavolo nell’orto; io che mi dedico a qualche lavoretto domestico controllando di tanto in tanto questa brioche con castagne, rosmarino e speck che cuocendo riempie tutta la casa con il suo profumo inebriante;Giotto beato nella sua cuccia; una lunga passeggiata tutti e tre nel bosco.

Abbiamo assaporato i colori dell’autunno e ci siamo gustati un pranzetto ancora in giardino.
Questa brioche con castagne che abbiamo accompagnato con un pezzetto di formaggio e un bicchiere di vino in quel momento ci è sembrato un vero pasto da re.

Sperando che possa allietare anche la tua tavola, ti auguro una buona cucina.

Brioche con castagne caramellate, rosmarino e speck

Preparazione2 h
Cottura1 h
Porzioni: 1 brioche

Ingredienti

  • 400 g di farina 00
  • 20 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 dl di latte a t.a.
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • 100 g di speck
  • 120 g di castagne caramellate (con liquido)
  • 2 cucchiai di aghi di rosmarino
  • 150 g di burro

Istruzioni

  • Riponi la farina nella ciotola della planetaria e con l'aiuto di un cucchiaio fai una fontanella dove andrai a inserire lo zucchero, il lievito sbriciolato e il latte.
  • Ricopri con un po' di farina (usando quella ai bordi) e fai riposare per circa mezz'ora.
  • A questo punto aziona la planetaria con il gancio ad uncino e aggiungi 2 uova leggermente sbattute, un cucchiaino di sale, lo speck (o pancetta), le castagne a pezzetti e gli aghi di rosmarino tagliuzzati. Inserisci infine il burro a pezzetti inserendo il pezzetto successivo solo quando quello precedente sarà completamente assorbito.
    Lavora fino ad ottenere un impasto omogeneo (che rimarrà morbido e bagnato). Ricoprilo con la pellicola alimentare e fai lievitare per un paio di ore.
  • Trascorso questo tempo, imburra uno stampo da brioche e adagiaci circa 3/4 dell'impasto lievitato. Forma poi al centro un buco e appoggia l'impasto rimasto modellato a palla. Ricopri nuovamente il tutto e fai lievitare per un'altra mezz'ora. Spennella infine la superficie con un uovo leggermente sbattuto insieme a un paio di cucchiai di caramello nel quale erano conservate le castagne (questo donerà alla brioche un bel colore brunito).
  • Cuoci nel forno preriscaldato e statico a 180 ° C per almeno un'ora. Il cuore del pane, a seconda del forno, potrebbe essere ancora umido. Verifica quindi la cottura con uno stuzzicadenti ed eventualmente prosegui per qualche altro minuto.
  • Consigli
    - le castagne caramellate sono quelle che si trovano già preconfezionate come accompagnamento ai piatti di selvaggina. In alternativa puoi usare delle castagne semplicemente bollite o congelate;
    - ovviamente questa brioche é realizzabile anche da chi non si disponesse di una planetaria. Basterà rimboccarsi le maniche e impastare a mano.

Condividi

2 Comments

  1. Che nottata, meno male che tutto è finito per il meglio. Comunque davvero una splendida ricetta, non vedo l’ora di provarla.. una domanda: ma se uso il lievito di birra disidratato al posto di quello fresco devo ugualmente seguire la prima parte (lievito sbriciolato, latte e riposo per mezz’ora)?
    Grazie mille!

    • Ciaooo
      Lascia stare! Da incubo! Mi hanno detto che avrei dovuto resistere 24 ore e così é stato… passato tutto e ora mi sento di nuovo in forma!
      Venendo alla tua domanda! Puoi usare tranquillamente il lievito di birra disidratato e ti consiglio ugualmente il passaggio nella fontanella per attivarlo un po’. Tieni però presente che non dovrai usarne però 20 g! Probabilmente la bustina da 7/8 g sarà più che sufficiente!
      Grazie a te e fammi sapere!
      Carlotta


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating