Skip to content

Panini di sils con salmone e crème fraîche al rafano

panini di sils

Panini di Sils con salmone e crème fraîche al rafano.

È ufficiale: la magia del Natale ha bussato alla mia porta. A catapultarmi in questa atmosfera romantica hanno contribuito svariate cose. Sicuramente l’inizio dei workshop natalizi ha apportato una bella dose di magia. C’è stato dapprima quello milanese con Lidia al quale ormai non riusciamo più a rinunciare e che costituisce per noi un appuntamento annuale prezioso. Ci sono poi stati quelli nella mia cucina che mi occuperanno ancora per tutta la prossima settimana. Ci sono stati tutti gli abbracci carichi di auguri con le ragazze che hanno partecipato a questi incontri e ci sono stati i loro regali pieni di affetto.

panini di sils
panini di sils
panini di sils

C’è stato l’albero di Natale che Federico mi ha fatto trovare addobbato al mio ritorno dal workshop milanese. Ed è stata una sorpresa meravigliosa. Non so descrivere l’emozione di rientrare a casa tardi con gli occhi arrossati dalla stanchezza e le gambe pesantissime, aprire la porta con le note di “All i want for Christams is you” di Mariah Carey ed essere pervasa da un profumo di pino.

C’è stata la cena dell’otto dicembre con i suoi omini di pane, i formaggi e i mandarini. Una consuetudine che negli anni si è trasformata da cena prenatalizia in immancabile appuntamento.

panini di sils

E poi c’é stata la nostra tanto attesa mini vacanzina in montagna che anche se non ci ha riservato paesaggi innevati, poco ha contato perché ci ha regalato un paio di giorni in famiglia trascorsi camminando per boschi con i nostri cani, chiacchierando e ridendo con quella spensieratezza che ti alleggerisce il cuore.

E ora, dopo aver raccontato di tutte queste belle cose, capirai come mi sia trovata completamente catapultata nell’atmosfera natalizia.
Perché in fondo per sentirsi il Natale addosso non serve la neve o cento pacchetti ma basta una sorpresa inattesa, una coincidenza che ti emoziona, un guizzo magico e prezioso che ti fa sentire scorrere la vita nelle vene.
Spero tu possa gustarti questi panini di Sils con salmone e crème fraîche al rafano e ti aspetto con la prossima ricetta.

Panini di Sils

Preparazione2 h
Cottura15 min
Porzioni: 25 panini

Ingredienti

  • 600 g di farina per treccia
  • 1 e ½ cucchiaino di sale + un po' per l'acqua
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 350 ml di latte
  • 50 g di burro
  • 50 g di bicarbonato
  • 2 l di acqua
  • semini vari (papavero, sesamo,...)
  • salmone affumicato
  • 1 vasetto di crème fraîche
  • rafano in pasta

Istruzioni

  • Nella ciotola della planetaria mischia la farina, il sale, lo zucchero e il lievito. Nel frattempo far intiepidire il latte con il burro.
    Versa la parte liquida su quella secca e aziona la planetaria con il gancio ad uncino. Lavora fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Copri e lascia lievitare per circa 1 ora e 1/2 (o fino al raddoppiamento del volume).
  • Trascorso il tempo, suddividi l'impasto in palline da 30 g. Per ciascun panino procedere con le pieghe che usualmente si fanno per i panificati (ripiegare i lembi di impasto verso il centro) e dai poi la forma rotonda con il palmo della mano.
  • Porta a bollore l'acqua e discioglici il bicarbonato di sodio con il sale. Tuffa 4-5 palline per volta nell'acqua per circa 30 secondi e prelevale con una schiumarola.
  • Appoggia i panini su una teglia ricoperta con carta forno e pratica per ciascun panino due incisioni inclinando il coltello di circa 45°.
    Ricopri i panini con i semini.
  • Cuoci nel forno preriscaldato e statico a 180 ° C per circa 15 minuti (o fino a doratura).
  • Farcisci i panini con la crème frîche insaporita con un pizzico di sale e un po' di rafano in pasta (secondo i propri gusti), del salmone affumicato e dei germogli di cipolla.
  • Consigli
    - puoi formare dei panini più grandi. In questo caso dovrai però aumentare il tempo di cottura in forno. È altresì possibile farcire i panini con formaggi o affettati o servirli semplicemente come accompagnamento al pranzo delle feste;
    - se non disponi di una planetaria non dovrai fare altro che rimboccarti le  maniche e impastare a mano;
    - se non riesci ad acquistare la farina per treccia, potrai usare metà quantitativo di farina 00 e metà di manitoba.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp

4 Comments

  1. Molto interessante!
    Ma per Farina per treccia cosa intendi?

    • Ciao Alessandra. Per farina per treccia intendo quella miscela che si acquista per fare la treccia. Se non la trovi puoi usare 300 g di farina 00 e 300 g di farina di manitoba. Fammi sapere! Carlotta

  2. Ciao Carlotta, se i panini mi servono il 26 a pranzo e non voglio congelarli, posso farli il 25 pomeriggio?
    Grazie e buone feste!! A presto. Cristina

    • Ciao Cristina! Puoi tranquillamente fare i panini il giorno prima e conservarli ben avvolti nella carta stagnola! Un bacione e a presto! Carlotta


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating